COMUNICATO UAAR A SOSTEGNO DELLA CAMPAGNA

Mercoledì 6 giugno a Firenze avverrà il lancio ufficiale di una campagna promossa dalla Consulta di Bioetica  Onlus a sostegno dei ginecologi non obiettori e dei diritti delle donne, a cui aderisce e partecipa anche l’Uaar.    Oltre 30 anni dopo la legge 194/78 che regolamenta l’interruzione volontaria di gravidanza, il ricorso massiccio all’obiezione di coscienza da parte dei ginecologi, giustamente introdotto a tutela dei medici in organico all’epoca, sta di fatto ostacolando l’applicazione della legge. Si moltiplicano infatti i casi in cui le donne, già in una situazione molto difficile, devono passare per una vera e propria via crucis fatta di consultori no-choice, medici e assistenti indisponibili e ostili, necessità di lunghi tragitti per spostarsi nei nosocomi dove è possibile vedersi riconosciuto un ‘sacrosanto’ diritto.

CONTINUA A LEGGERE

Annunci

“IL BUON MEDICO NON OBIETTA”- RIFLESSIONI DAL WEB SUL TEMA

LA CONSULTA DI NAPOLI INFORMA (2)

Obiezione di coscienza e conflitto fra diritti

di Piero Di Blasio-  Consulta di Bioetica campana.

Il dibattito bioetico nella nostra regione, durante le scorse settimane, è stato, giustamente, monopolizzato dalla delibera di giunta regionale sul seppellimento dei feti. Sono, perciò, passate in secondo piano alcune delle tematiche che hanno movimentato quello nazionale. E’ necessario, tuttavia, ritornare sull’ennesimo stratagemma dei bio-conservatori che se ne inventano di tutti i colori per imporre in ogni modo la loro visione etica a tutto il Paese: la costituzione di un sedicente “fronte bipartisan” (l’unico esponente di “sinistra” ad aver sottoscritto il documento parlamentare presentato da un gruppuscolo di appena dieci deputati è il solito noto Giuseppe Fioroni) che intende difendere il “diritto” all’obiezione di coscienza dei medici e degli operatori sanitari, specialmente in relazione ai contenuti del testamento biologico. Ancora non abbiamo una legge sulle DAT e già si vuole demolirla, invocando un tale, sacrosanto diritto…  Come si è già fatto per la 194.
La solita deputata ex-PD (ora UDC) Binetti Paola, (altro…)

LA CAMPAGNA SPIEGATA ALLA RADIO

Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti

“Liberi di non credere” trasmissione radiofonica gestita dall’UAAR in onda su Radio Città Aperta 89.9 MHz Roma

Tredicesima puntata – anno secondo, 06 maggio 2012. In studio Cinzia Visciano e Sergio D’Afflitto del Circolo UAAR di Roma. Tema della puntata: “La Consulta di Bioetica”. In collegamento telefonico il dott. Maurizio Balistreri e il dott. Simone Pollo, coordinatori della sezione di Roma della Consulta. Durata 35′

ASCOLTA L’INTERVISTA

—————————————————————————————————————–

Radio Radicale ora è anche tv!

Radio Radicale, 22 ottobre 2011 – 13:42 – Di Monica Soldano
Maurizio Balistreri, filosofo e componente del Comitato di bioetica della Asl Torino 2, rende noto il parere unanime negativo del Comitato stesso contro l’affissione dei manifesti pro life negli ambulatori della Asl perchè illeciti moralmente…